DiarioColombia va in vacanza.

4 08 2008

No, non si tratta di agosto, nemmeno del caldo che causa sforzi eccessivi alla ventola di questo vecchio portatile. Il fatto che dalla nascita del nostro progetto, e di questo blog che del progetto era parte integrante, è passato oltre un anno.

Nell’arco di questo breve anno ci siamo informati e vi abbiamo informato, o qualcosa del genere; vorrei poter dire che “ci siamo tenuti compagnia”, ma di sicuro anche quest’ultima dichiarazione non renderebbe giustizia a quello che in questo luogo virtuale è accaduto, alle persone che giusto qui si sono incontrate e all’importanza che per tutti noi ha avuto questa piccola e grande esperienza.

Non so ancora questa vacanza come sarà, non so se torneremo a scrivere su queste pagine, né con quale progetto nuovo da proporci/vi…insomma non so proprio cosa accadrà. Per ora posso solo dirvi che il blog resterà chiaramente online e consultabile. Altro materiale verrà prossimamente editato forse su queste pagine, forse altrove, la mostra che abbiamo stampato di sicuro girerà questo autunno, anzi se la incontrate controllate che i chiodi tengano e le foto non possano cadere rovinosamente a terra, ci tengo!

Tornate a buttare un occhio quando vi capita, passate da queste parti anche solo per guardare una foto, ricordare un singolo episodio e magari lasciare un saluto,

Grazie a tutti,

barracuda@inventati.org

p.s. il contatore delle visite indica che abbiamo superato quota 23mila…la cifra è certamente da ridimensionare, ad ogni modo supera di un tot ogni aspettativa precedente!

p.s2 E’ triste pensare che oggi c’è davvero qualcosa che accomuna le nostre città alla bella e difficile Bogotà, e riflettere che il punto di congiunzione tra due realtà così ditanti debba essere proprio la presenza dei militari per le vie dei quartieri…

Annunci




DiarioColombia…ritorno alle origini!

18 07 2008

Un anno fa partivamo, via Caracas, alla volta di Bogotà: cinque amici, un’associazione (Ipo) a supportarci nel progetto e parecchia voglia di capirci qualcosa attraverso l’esperienza “in presa diretta”.

Il progetto si è rivelato tanto mutevole e polimorfo da assumere le sembianze di un blog d’informazione “vivo e vegeto” ben oltre il tempo previsto, da questa esperienza gli altri ragazzi hanno maturato progetti differenti sul tema della cooperazione dal basso di cui arriverà a breve un contributo su queste pagine; Ipo continua il suo meritevole lavoro in Colombia e non solo, nonostante le tante peripezie di questi tormentati mesi.

Cogliamo quest’occasione, un anno di vita, per fare un passo indietro alle origini di DiarioColombia: riproponiamo oggi una weblografia ragionata sull’impatto sociale del marchio Coca-Cola in AmericaLatina; nient’altro che una collezione ragionata e documentata d risorse ed indirizzi per una riflessione collettiva attorno alla relazione tra sindacalismo e spudoratezza del tanto conclamato Brand

Coca Cola – Coca Cosa?

Published on 03/27,2007 on colombia.noblogs.org

Una essenziale “Weblografia” per un primo inquadramento della questione “Coca-Cola” nella complessità delle problematiche sociali, politiche ed ambientali dell’attualità colombiana.

Navigando nei link proposti troverete reti di boicottaggio, dossier, articoli, e materiali utili ad approfondire il ruolo attivo del marchio probabilmente più conosciuto al mondo nella cancrena della politica sindacale in Colombia.


“Dietro al marchio Coca-Cola c’è una multinazionale nata nel 1891, ottavo gruppo alimentare del pianeta, con filiali in più di 30 Paesi e 56.000 dipendenti, […] 300 marchi diversi e nel 2001 ha fatturato 20 miliardi di dollari. Un vero gigante, che da molti anni è però al centro di vibranti polemiche da parte di associazioni umanitarie e di difesa dei diritti umani. L’accusa contro i vertici della multinazionale è pesantissima: quella di essere i mandanti di omicidi di sindacalisti colombiani. Il SINALTRAINAL, sindacato colombiano delle imprese imbottigliatrici di Coca-Cola e Nestlè conta tra le sue fila ben 14 dirigenti assassinati, 2 esiliati, 48 sfollati e 2 desaparecidos solo negli ultimi 10 anni”.

Stampa Alternativa – 2006


Buona Lettura…

Il libretto di controinformazione “Cosa Cosa? – conoscerla per evitarla” in versione informatica (in formato .pdf),

http://www.stampalternativa.it/liberacultura/books/cocacosa.pdf

Leggi il seguito di questo post »