Diritto di resistenza

24 06 2008

Cinque e ventisette del mattino, Milano, zona quasi periferica, fine metrò gialla.

Suona la sveglia e per un attimo resto a godere un rivolo d’aria fresca che, non si sa come, riesce ad infiltrarsi in camera. Giù dal letto di corsa perchè stamattina abbiamo deciso di partecipare ad un presidio organizzato contro lo sgombero di una casa occupata.

Sarà l’aria delle sei meno dieci, sarà il buon caffè del bar amico, sarà la temperatura dopotutto accettabile, ma Milano regala qualche istante limpido sul cavalcavia di Viale Marche.

Si, anche questo è importante, perchè serve a comprendere la situazione ed il motivo per cui, seduta nel punto di ritrovo, gustando con piacere la colazione approntata per i convenuti ed aspettando l’arrivo dell’ufficiale giudiziario, il pensiero si sia lasciato trasportare alle immagini de “La strategia della lumaca”.

Trovo, splendida pellicola colombiana, diretta nel 1993 da Sergio Cabrera, per la cui trama e notizie correlate rimando alla pagina di Wikipedia (solo in spagnolo)

Ecco, credo che anche questo post suonerà, alle orecchie dei più, palesemente off-topic.

In verità, la riflessione stimolata è molto più inerente: quello che accadeva stamattina era importantissimo per un ordine di ragioni molto semplici. Portare i propri corpi stiracchiati, gli occhi stropicciati ma attenti e la propria disponibilità in quel luogo significava e significa affermare non solo la necessità, ma la correttezza di violare talvolta le norme che reggono l’ordinamento sociale in cui viviamo, per affermare due cose fondamentali: l’accessibilità di diritti primari (nel caso in specifico, quello ad avere un tetto, ma non mi fermerei qui) e, appunto, la facoltà di soprassedere sul dettato scritto con cui una comunità sociale ampia (quella nazionale qui) si è dotata di regolamenti. Regolamenti, beninteso, che un’altrettanto ampia comunità (nel caso, quella di chi non può permettersi un affitto nella città in cui sceglie di vivere, lavorare ecc.. perchè quella città non offre affitti compatibili con un realistico reddito medio) riconosce inidonei a garantire una vita libera e dignitosa.

Le domande che restano tornando verso casa sono due: rispetto ad una realtà come quella italiana, quali sono i confini che dettano la facoltà di una comunità, ampia ma non totale, di soprassedere legittimamente ad alcune norme non solo  scritte, ma condivise da un’altra ampia area della comunità totale?

Volgendo lo sguardo invece più in là, è possibile che trasmettere la correttezza di scelte e pratiche di questo tipo renda più comunicabile e condivisibile una delle ragioni che ci sta più a cuore: la correttezza e la legittimità per il popolo colombiano di esercitare, nelle forme che abbiamo incontrato e che abbiamo cercato di riportare in Italia, lo stesso diritto di resistenza?

Forse non è del tutto off-topic..


Azioni

Information

2 responses

26 04 2009
Michele Nista

Ma ci rendiamo conto di dove e´ precipitata l´Italia? Ma e´possibile
che in Italia, alla munnezza di Silvio Berlusxuxluxkloni ci si abitua
sempre in un secondo, e che nessuno abbia piu´ormai una scossa di
dignita´e urli che qs e´una putrida vergogna? Che solo noi italiani
all´estero abbiamo dei sussulti un po´di qs tipo ( o quasi; grazie al
Cielo, qualche italiano che al massonazimafioso Silvio Berlusconi inveisce vi
e´ancora, ma sempre meno, sempre drammatissimamente meno, porca
put…., oops, porca Mara Carf…., ooops, porca dittatura
ma..f..ascista Berlusconiana).
Il suinazista di Arcorleone ha detto oggi ” in Rai presto faccie
nuove”. E´il padrone di una
lurida fasciocamorrista maccartistissima societa´sorta su megariciclaggio di
danaro assassino, ossia Ma..f..ininvest ( i cui veri
padroni, ufficialmente, ancora non si conoscono; non si conoscono;
pazzeschissimo!!!; uno dittatura l´Italia, ma non si sa´chi e´ il vero
azionista del wc su cui ci siede e da cui comanda; certo, qsiasi
persona per bene sa´ benissimo che detti “padroni” son killer delle
mafie di mezzo pianeta Terra, ma in Italia, ormai, qs cosa, che
scioccherebbe mostruosissimamente in tutto il resto del mondo
occidentale, ma non solo, non scuote piu´nessuno; ci si e´abituati,
come puzzonissimo solito; ricordatevi pero´che esiste un gran
detto, che mi han detto piace tantissimo pure al sempre
piu´promettente Obama Barack, che io sospinsi da inizio 2007 e
Berlusconi solo da ora, in quanto da sempre e´viscidissimo
codardissimo ” verme coi potenti e mafioso coi deboli”; google Bettino
Craxi, Bush junior e Obama Barack a proposito; questo detto e´:
“business call business ánd shit call shit”), che, ripulito detto
denaro ( si fa´per
dire) omicida, e´divenuto, praticamente, unico competitore della Rai.
E ora, scrofone Silvio Berlusconi, proprietario dell`unico concorrente
della Rai, IMPORRA´pure faccie nuove nella Rai stessa, ossia nel suo
finto, da lui, infiltratissimo, corrottissimo, via massonerie fasciste
varie, rivale. E ossia “bis”, dette faccie di melma saranno le sue
solite zoc.ole che gli girano attorno e i suoi soliti prostituticchi
che gli si piegano difronte. Questo e´ un Augusto Pinochet, ne piu ne
meno, e´ora di urlarlo, Silvio Berlusconi e´una diarrea nazifascista,
anzi, nazifascismoderna come Augusto Pinochet. Meglio dire: Pinochet
era molto meglio di Berlusconi in quanto non si univa alla camorra e
alla ndrangheta, Berlusconi e´ un liquame diarreico stra colmo di
batteri mortali putridi di Pinochet e Riina, che schifooooo. ” I media
non rappresentano l´Italia”. Vuole una Pravda filo ndranghetara e
fascista piegata a quel famoso numero di gradi come puntualmente fa´di
fronte a lui, notoriamente, Giulio Tremonti ( e non solo, si dice,
metafisicamente parlando; voci della City di Londra, di chi, Giulio
Tremonti, conosce benissimo).
Vuole solo gente venduta, svertebrata, immorale, senza valori e
decerebrata, li col
taccuino che scriva solo quello che gli detta lui, ma Italia, ti rendi
conto che stai sprofondando in un letamaio dittatoriale puzzone
lurido, ti rendi conto o no? Che sia rivoluzione, rivoluzione, SI, non
armata, rivoluzione etica, ma rivoluzione, all´arembaggiooooo. E basta
massone trafficone
trasversalone Massimo D´Alema e suoi incappucciati compari della sua
area, spessissimo corrottissimi, non solo nell´anima satanista massona
loro, ma anche in cotanto di portafoglio ( vedi probabilmente un certo
“king of pizzini” di Loggia trasversalissima), da Berlusconi stesso. Ma
come fa´ Massimo D´Alema a dire “Berlusconi rimarra´fino al 2013”? Quando lo
stesso ha delle fattezze cosi´nazifascismoderne, disoneste, false,
codarde, maccartiste, filocamorristiche e porche? Se gia´l´opposizione
( spessissimo infiltratissima e steccatissima da Berlusconi, basta che
date un occhiata al sito di un prostituticchio idiota stipendiato in
nero in Svizzera da Giuliano Ferrara, ossia il letamaio puzzone di
Francesco Costa, http://www.francescocosta.net, semidirgente del Pd; e
davvero ci viene da dire ” Italia rotola pure nella me..a, meglio
scappare tutti via”) si rassegna all´idea di stare sotto dittatura e
avalla, garantisce, direi addirittura protegge la durata di detto
luridissimo regime ma..f..ascista, tutta la nazione potra´solo
sprofondare sempre piu´nella fogna. Pd rigirato completamente, faccie
nuove e inca..atissime ovunque, INCA..ATISSSIME OVUNQUE, enormi casini
( non violenti) , proteste, sabotaggi, che nessuno guardi piu´reti
Ma..f..inivest, che nessuno metta soldi nei suoi mega riciclatori di
danaro mafioso monnezzari finanziari. Basta vedere il Milan, fede
calcististica o meno. Boposb, Boicottiamo il porco Silvio Berlusconi.
Avanti, un mare di Palavobis, grandissimi girotondi, vera e propria rivoluzione,
avantiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Michele Nista

23 04 2012
ASUS Transformer Pad TF300 review | Anti Democrat Humor

[…] stephen colbert running for president richard threlkeld moonrise kingdom coachella lineup joran van der sloot coachella 2012 lineup school delays Share this No Comments – Leave a comment […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: