Un milione di voci…per chi?

5 02 2008

Nella giornata di ieri circa 125 cortei hanno attraversato le capitali e le più importanti città del mondo, accompagnati da un numero imprecisato di presidi. A Bogotà hanno sfilato in mezzo milione, vestiti in bianco, al grido: “Non piu’ sequestri, non piu’ bugie, non piu’ morti, non piu’ Farc” come riporta un’Ansa di poche ore fa.527435776_a929bf88af.jpg

La manifestazione, sostenuta con forza dal governo Uribe, impegnato da settimane a sabotare nei modi più fantasiosi i passi in avanti compiuti in questi mesi, è stata promossa dal social network Facebook (del cui impegno abbiamo già accennato) con profusione d’intenti e denari. In altre parole il milione di voci c’è stato, resterebbe da capire (come recita il titolo) per chi, per cosa, perché?..

A questo punto si usa dire: “ricominciamo dall’inizio”. Invece a noi piacerebbe ri-cominciare dalla fine, dal lancio dell’Ansa di ieri sera, ore 20.45. L’agenzia ci offre alcune cifre in merito al corteo bogotano e la sua genesi, 10 righe in tutto che si concludono con la seguente affermazione: “i parenti dei 43 ostaggi ‘eccellenti’ in mano ai guerriglieri hanno pregato insieme in una chiesa”.

Premesso che non si capisce il significato della parola eccellenti in questo contesto, l’articolo non pone alcuna cesura tra la frase precedente, contenente gli slogan già citati, e l’iniziativa delle famiglie; sono infatti sufficienti pochi minuti di ricerca per trovare, in internet e in lingua italiana, informazioni piuttosto discordanti sul tema.

Riporto un breve stralcio dell’articolo scritto in proposito da Carotenuto per AmericaLatina: “le famiglie degli ostaggi stessi si sono tutte dissociate dalla manifestazione del regime e riunite in preghiera in una chiesa poco distante in quella che hanno definito un’iniziativa per la pace e la riconciliazione: “Quella voluta da Uribe è una marcia piena di odio e che porterà solo più violenza”. L’articolo segue più avanti citando in particolare le parole della direttrice della Ong “Justicia y vida” che ha commentato con queste parole i fatti di ieri: “è la marcia dei carnefici contro le vittime. E’ la marcia dei paramilitari legittimati da Uribe organizzata per mettere sotto silenzio i loro crimini, il narcotraffico, i quattro milioni di profughi e le decine di migliaia di desaparecidos”.

Nello stesso momento una manifestazione parallela ha sfilato per le vie di Bogotà contro guerra e sequestri, ma per i media italiani non è mai esistita; è stata organizzata dal Polo Alternativo Democratico, la concentrazione delle sinistre colombiane, ne parla Nuova America a quest’indirizzo.

Ancora un consiglio, in alto a destra, sul portale colombialibre (che ci guardiamo bene dal linkare ma è importante saperlo) potete notare adesione e commento al corteo di ieri. Colombialibre?

Sì, l’organo d’informazione delle fintamente “smobilizzate”, Auc, o se preferite Autodefensas Unidas de Colombia…la più importante federazione paramilitare della storia colombiana, organizzazione terroristica di cui “faceva” parte Salvatore Mancuso.

La storia è agghiacciante, ma fa sempre bene ricordare… Chi sono le Auc


Azioni

Information

4 responses

5 02 2008
Doppiafila

Ciao, trovo condivisibili vari degli argomenti che riporti – ad esempio: il fatto che i media preferiscano non riportare “dettagli” come la non adesione delle famiglie edel PDA e la convinta adesione dei paramilitari. Manca peró qualche considerazione sul fatto che s’é trattato di un evento storico per la Colombia, e che dimostra come “la gente” sia con Uribe, punto. Che poi dietro ci siano i media, o l’ignoranza, o il “patriottimismo”, o lo zampino di Chávez (che per rinforzare Uribe sul fronte interno hafatti di tutto!) importa poco in termini di politica colombiana … Saluti, Doppiafila

5 02 2008
Roberto

concordo appieno con voi,trovo ripugnante il coro di adesione levato in favore di questa marcia nella quale hanno sfilato assieme il partito conservatore,principale artefice del perenne conflitto colombiano,e le AUC,delle quali Wikipedia ci offer un esauriente profilo.lodare la marcia come segno di democrazia è sacrosanto ma asserire che il popolo sta con Uribe non mi sembra corretto.è vero che il presidente ha dalla sua gran parte dell’opinione pubblica ma sarebbe come se un colombiano assistesse ad una manifestazione di forza italia e,davanti ad un milione di italiani San Giovanni,asserisse che l’italia sta con Berlusconi..

6 02 2008
diariocolombia

Si,
forse su questo punto sono stato più esaustivo sul commento scritto all’articolo di Carotenuto che nel blog…lo riporto sotto, ad ogni modo è verissima e preoccupante la macchina del consenso, così come è un dato di fatto la stanchezza di un popolo, per una guerra mai dichiarata, e mai finita.
——————————————————
Di più.
Non una “dimostrazione” antichavista, piuttosto il tentativo di ripristinare un equilibrio (ed un ruolo ben preciso) incrinato dal successo Chavista in occasione delle trattative in corso.
Non bisogna sottovalutare quanto la mediazione abbia fatto bene ad Hugo, potenzialmente in difficoltà dopo la gaffe del referendum costituzionale…Uribe e le forze che lo sostengono non hanno avuto occasione di approfittarne, così hanno pensato bene di rilanciare con una manifestazione intergalattica per recuperare consenso oggi in vista delle prossime mosse sullo scacchiere intrerno…e non.
Un momento di verifica. Io penso.

11 02 2008
IndyMedia Colombia, ti stiamo traducendo un po’! « diario dalla colombia

[…] veste originaria; è un commento alla mobilitazione del 4 febbraio di cui abbiamo già parlato in un paio di occasioni. L’articolo è costruito attorno alle dichiarazioni della sorella di Ingrid Betancourt, […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: